• Marco Fulgoni & Giulia Coruzzi

Focaccia della Pia


Una gustosa focaccia con lievito madre (consigliato ma non obbligatorio..), patate, olive e la mitica Salsa Hypnosis!

Ingredienti (3 o 4 persone):

  • 100g farina rustica (Az. Agr. Pederzani - Pieve di Cusignano)

  • 50g farina integrale (Az. Agr. Pederzani - Pieve di Cusignano)

  • 150g farina farro integrale (Az. Agr. Pederzani - Pieve di Cusignano)

  • 50g farina di avena (Az. Agricola Eredità dal passato - Montechiarugolo)

  • 60g lievito madre

  • 2 patate Quarantina Bianca (Az. Agr. Ortigiani - Bedonia)

  • 2 cucchiai Salsa Hypnosis (La Spinosa)

  • 1 manciata olive nere

  • 1 spicchio d'aglio (Az. Agr. Silos Verde - Collecchio, PR)

  • olio EVO qb

  • sale qb

Procedimento:

  • Sciogliere il lievito con circa 200g di acqua (quantità sufficiente per un lievito madre semiliquido, nel caso di lievito in pasta o addirittura secco aumentare la dose di acqua) a temperatura ambiente con un pizzico di zucchero, miele o malto.

  • In una boule o una spianatoia setacciare le farine e aggiungere un cucchiaino di sale, due cucchiai d'olio extravergine di oliva e il lievito con l'acqua, quindi impastare e lasciar lievitare per almeno 4 ore

  • Oliare una teglia quindi aggiungere l'impasto lievitato maneggiandolo con cura e tirarlo uniformemente

  • Preriscaldare il forno a 220°

  • In una padella antiaderente soffriggere uno spicchio d'aglio, quindi aggiungere prima le olive tritate grossolanamente, quindi le patate tagliate a dadini, la Salsa Hypnosis, una tazzina d'acqua e un pizzico di sale, quindi cuocere coperchiato per una decina di minuti mescolando di tanto in tanto.

  • Versare il condimento sull'impasto quindi infornare e cuocere per 10/15 minuti

  • Sfornare e condire con un filo d'olio a crudo

Bevanda di accompagnamento: Carbon - Birrificio Farnese

Musica di accompagnamento: Abraxas - Santana

Ricetta di Marco Fulgoni & Giulia Coruzzi

contenuti rilasciati sotto licenza:

#ricettespinose

39 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Versi d'estate

E se mi svegliassi ora, adesso, in questo sbocciare d'issopo e fossi petalo, ala, antenna, essenza, cosa ne sarebbe di me? Non sarei forse la stessa di ieri, di quando a occhi chiusi sognavo di guarda

Versi d'autunno 2019

Per la pioggia e il sole, le foglie di ieri. Per camminare a piedi nudi, quelle di oggi. Mentre il vento inventa le tue prossime ali. #versimensilipoesia

2014 az. agricola Coruzzi Giulia - p.IVA 02691640342  - powered by Giu&Ghi  -  Privacy Policy

  • Facebook App Icon

I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza