top of page
  • Giulia Coruzzi

Versi d'inverno (2) 2018/2019


Ho sentito l'odore

dei tuoi occhi stanotte:

piangevano l'inverno

che non puoi vedere.

Di poche parole

sono i fiori di calicanto

che sempre uguali

ricordiamo in estate

e sempre nuovi

ci dona gennaio.

Che improvvisa,

gelida apparizione è la loro.

Che improvvise,

gradite sorprese le tue.

Torni per un istante,

a dirmi che i fiori profumano

anche quando fioriscono altrove.

18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Versi di primavera 2021

Profumo di sonno nel bauletto dei semi. Tesoro in un forziere da restituire alla terra. Temporanea collezione di vitalità sopita. Ospite ricambiato e a sua volta ospitato. #versimensilipoesia

Versi d'estate 2020

E se mi svegliassi ora, adesso, in questo sbocciare d'issopo e fossi petalo, ala, antenna, essenza, cosa ne sarebbe di me? Non sarei forse la stessa di ieri, di quando a occhi chiusi sognavo di guarda

Versi d'inverno 2019-2020

Rifugio nell'immobilità quieto nell'oscurità risiedo nell'interno giaccio nella pace. ​ Qui ed ora. #versimensilipoesia

bottom of page