• Giulia Coruzzi

Versi di Aprile 2017


Sono fuggite, di notte, con vestiti barocchi. Senza spille sulla testa. Hanno aperto vetri,

scatole e finestre. Le guidava la più bella con le code lunghe e nere. Sotto il ginkgo

hanno succhiato le stelle. E poi dipinto il cielo di estinte memorie. Tremila farfalle in una notte d'aprile.

#versimensilipoesia

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Profumo di sonno nel bauletto dei semi. Tesoro in un forziere da restituire alla terra. Temporanea collezione di vitalità sopita. Ospite ricambiato e a sua volta ospitato. #versimensilipoesia

E se mi svegliassi ora, adesso, in questo sbocciare d'issopo e fossi petalo, ala, antenna, essenza, cosa ne sarebbe di me? Non sarei forse la stessa di ieri, di quando a occhi chiusi sognavo di guarda

Rifugio nell'immobilità quieto nell'oscurità risiedo nell'interno giaccio nella pace. ​ Qui ed ora. #versimensilipoesia