Cirsium arvense

Il genere Cirsium comprende piante in genere poco gradite, molto spinose e spesso considerate infestanti. La medicina popolare però le utilizzava spesso. In particolare le radici del Cirsium arvensis venivano impiegate per stimolare la digestione, per depurare il fegato e contro il prurito cutaneo. Questa pianta, molto appezzata nelle cure depurative primaverili, è ottima anche in cucina.

Proprietà:

Diuretico, depurativo del sangue e del fegato, stimolante della sudorazione

Uso interno:

Il decotto delle radici combatte la ritenzione idrica, i calcoli urinari, l'insufficienza epatica.

Uso esterno:

Utilizzo in cucina:

Le foglie giovani si usano in cucina lessate con aglio e olio. La radice è ottima per dare un buon sapore di carciofo a brodi, zuppe e minestre. Il rizoma viene masticato per trattare il mal di denti, per stimolare la digestione ed eliminare i gas intestinali.

2014 az. agricola Coruzzi Giulia - p.IVA 02691640342  - powered by Giu&Ghi  -  Privacy Policy

  • Facebook App Icon

I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza